facebook Gianluca Marchesaniinstagramyoutube Gianluca Marchesanigoogle plus Gianluca Marchesani

Giro d'Italia - A Rieti enogastronomia e cuore

La Foresta Rieti Giro dItalia 3

 

Conclusasi al ristorante La Foresta di Rieti, la quinta edizione del Giro d’Italia ci offre sempre di più uno spaccato dell’Italia enogastronomica, con particolare attenzione alla provincia reatina.
Proprio da Rieti e dalla sua sfortunata zona montana, colpita al cuore dal sisma del 2016, bisogna trarre conclusioni e riflessioni.
C’è sempre più bisogno di eventi come quello del 25 Novembre, che come ogni anno si svolge a Castelfranco, massiccia altura dalla quale si ammira la città di Rieti, e che catalizza l’attenzione degli utenti, accentrando produttori e prodotti da tutta la nostra penisola.

Rieti, centro geografico della nostra nazione, ma più che mai dell’Italia che lavora con passione ed umiltà, producendo estrema qualità, anche in situazioni tragiche come quella di un devastante terremoto.
I produttori del cratere del sisma, malgrado tutto continuano a portare sulle nostre tavole un prodotto come se fosse destinato alle proprie famiglie. Genuino, artigianale, fatto con passione e dedizione.
Tanti piccoli produttori ragionano ancora così, come se davvero lavorassero per il benessere di chi sta loro a cuore. Questi personaggi vanno tutelati e valorizzati e il Giro d’Italia ci riesce splendidamente da 5 anni e sta già creando uno storico tale da poter essere considerato a pieno titolo uno degli eventi enogastronomici di riferimento di tutta la nostra amata nazione.
Quindi è fondamentale dare il giusto tributo a chi, soprattutto in condizioni estreme, non perde entusiasmo, lavora sodo il terreno e cerca di farlo rispettando l’ambiente.
E fa nulla se da poche settimane la comunità europea ha rinnovato il “patentino” per l’uso di un terribile erbicida quale il “Glifosato”.
L’Italia ha votato NO, mentre la Germania è stata la nazione che con il suo voto ha spostato l’ago della vicenda verso il SI definitivo.
Ecco, allora compriamo più che possiamo dai nostri produttori, quelli sinceri e genuini che abbiamo visto numerosi al Giro d’Italia, quelli che con tanto amore ci hanno raccontato le loro storie.
Andiamo a visitarli in azienda, parliamo ancora con loro e alimentiamo con il nostro acquisto la spirale positiva che innesca entusiasmo e gratificazione morale ed economica.

 

La Foresta Rieti Giro dItalia 2Al ristorante La Foresta c’erano anche i grandi marchi, quelli per intenderci che con la loro forza economica e commerciale varcano i confini nazionali facendosi ambasciatori del Made in Italy aprendo la strada ai piccoli produttori che timidamente si affacciano ai mercati esteri.
Un plauso alla perfetta organizzazione dell’evento che ha soddisfatto le esigenze del pubblico e degli espositori, rendendo facilmente fruibile una manifestazione ricca di eventi e contenuti, in uno spazio davvero al limite della capienza.
Il successo in termini di presenze va tributato alla qualità degli espositori, alla durata della manifestazione, almeno 12 ore non stop e al ricco programma.
Un calendario che ha contemplato seminari, approfondimenti e premiazioni.
Tanto spazio alla cucina del ristorante che ha dispensato piatti di ogni genere.
Per dare una misura del ventaglio di prodotti in degustazione, basta citare due estremi in termini di blasone e raffinatezza, le “ostriche” e la “porchetta”.
In mezzo tanta buona cucina che ha soddisfatto il palato delle circa 2000 persone arrivate a Castelfranco di Rieti.
Un pubblico interessato e curioso, tantissimi sommelier arrivati da ogni parte del centro Italia e non solo. Appassionati di enogastronomia, numerosi giornalisti, blogger e tv.
Non sono mancati gli addetti al settore ristorazione, grande distribuzione e piattaforme estere.
Tutto questo ci da la misura dell’importanza di una manifestazione che di anno in anno riserva piacevoli sorprese, crescita in numeri e soddisfazione del palato.  
Con i presupposti citati aspettiamo il Giro d’Italia 2018 che varrà bene vivere anche se ci volessero centinaia di chilometri per raggiungerlo.

 

 

ozio_gallery_nano

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti al mio blog!

Facebook

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.